24.000 km di modifiche della mia Africa Twin

Sono passati 24.000 km e 18 mesi circa da quando ho ritirato la mia CRF1000L.
Quando l’ho ritirata era cosi e questa foto è stata scattata la sera stessa in cui l’ho ritirata dal concessionario Honda Fatichenti a Siena.

Da quel giorno e fino ad oggi ho messo un pò di cose alcune delle quali poi le ho tolte e cambiate con altre secondo erano più idonee per lo scopo e questo l’ho potuto scoprire solo col tempo e l’esperienza.

Sono sempre stato dell’idea che la moto perfetta non esiste e mai esisterà ma non perché i costruttori non sono in grado di fare la moto perfetta ma semplicemente perché siamo noi motociclisti ad essere tutti diversi e quindi la moto ce la vogliamo cucire addosso … su misura !
Tra l’altro, e parlo per me, personalizzare la propria moto e quindi mettergli le mani addosso è un qualcosa che regala la stessa soddisfazione di guidarla.

Ho quindi redatto questa lista, “quasi cronologica”, di tutte le modifiche e personalizzazioni che ho apportato alla mia Africa CRF1000L nel corso di questi 18 mesi.
Tante di queste modifiche sono cosiddette “frociate”, roba cioè non indispensabile ma che se c’è non guasta mentre altre sono assolutamente must to have (*), oggettività a parte.

Vediamole in dettaglio:

  • piastra givi M8A (*);
  • bauletto Givi V47N, poi sostituito con Kappa KGR46N (*);
  • cavalletto centrale originale Honda (*);
  • estensione cavalletto Givi (*);
  • presa 12v originale Honda;
  • attacco tanklock serbatoio;
  • borsa tanklock Givi XS320 (poi rivenduta perché troppo grossa e scomoda soprattutto in offorad);
  • borsa tanklock Givi ST602 (modificata con flangia ruotata di 90°);
  • barre paramotore Hepco & Becker (poi rimosse e rivendute);
  • barre paracarena Hepco & Becker (poi rimosse e rivendute);
  • smart IAT by Belinassu;
  • kit rialzo parafango Rugged Roads (poi rimosso);
  • supporto smarthphone DIY;
  • cablaggio ausiliare originale Honda per collegamento anteriore monopole;
  • manopole riscaldate Oxford Adventure Advanced Premium;
  • estensione pedane SW-Motech (poi rimosse e rivendute);
  • pedane maggiorate SW-Motech (poi rimosse e rivendute);
  • pedane SamRacingParts (*);
  • conversione in tubeless by Bartubeless (canale antistallonamento anteriore e raggi inox al posteriore) (*);
  • rinforzo per paramani originali Hepco & Becker;
  • rinforzo telaietto strumentazione by Vlad (*);
  • scarico Arrow Maxi-Race Tech alluminio;
  • pellicole strumentazione in vetro (rimosse per la deviazione bluastra e la riduzione visibilità);
  • pellicole strumentazione trasparenti (rimosse per usura precoce);
  • rinforzi paramani Barkbusters (*);
  • borsetta posteriore Kappa (moddata in monokey);
  • protezione fari anteriori Powerbronze (customizzata);
  • protezione forcelle Forksaver;
  • specchietti snodabili FAR;
  • presa 12v supplementare collegata direttamente alla batteria (per il mini-compressore);
  • mini-compressore sotto-sella passeggero con kit riparazione tubeless;
  • barre paracarena Outback Motortek;
  • paracoppa Bumot (*);
  • monoammortizzatore Ohlins;
  • cartucce Andreani Misano;
  • TPMS;
  • telaio Pro con rinforzo offroad SW-Motech;
  • valigia/bauletto Kappa KGR33N.

E dopo 18 mesi la ragazza si presenta cosi, cioè più matura ma non ancora perfetta anche se, probabilmente, gli manca davvero poco per esserlo 😀 !

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: