Recensione Blackview BV5500, lo smarthphone GPS

Avevo già scritto un articolo (questo) che riguarda il mio sistema di navigazione e dove descrivevo oltre al telefono anche il sistema di fissaggio e montaggio piuttosto che il software che utilizzo ma per recensire il nuovo acquisto, ossia il Blackview BV5500, ho deciso di redigere un articolo a parte concentrandomi su tutti gli aspetti che lo riguardano.

Il BV5500 l’ho preso due mesi fa su Amazon pagandolo 99 €: LINK .
Nel frattempo il prezzo è aumentato di 10 € (poi magari riscenderà, chissà !) e questo perché quando lo presi era in promo lancio.

Stiamo parlando di uno smarthphone Android che ha le seguenti (interessanti per il nostro scopo) caratteristiche:

  • certificazione IP68 (quindi resiste ad acqua e polvere) e lo si può utilizzare senza doverlo mettere in qualche custodia antipatica;
  • il display è 5.5” in 18:9 ed anche se la risoluzione è HD (non fullHD) è più che sufficiente per quello che ci si deve fare;
  • ha un hardware, in funzione del prezzo, che rende il telefono abbastanza veloce nelle varie operazioni (2 GB di Ram): non aspettatevi un fulmine al pari di uno SnapDragon 820/845 ovviamente, ma per quello che deve fare va più che bene;
  • ha ricezione satellitare standard (GPS) e GLOnass.

Ho utilizzato il BV5500 per due mesi prima di questa recensione scritta e questi sono le funzioni in cui l’ho testato maggiormente:

  • seguire una traccia (con Oruxmaps);
  • tracciare un percorso (con Oruxmaps);
  • navigazione (sia con Sygic che con Google Maps).

In nessuna delle funzioni sopra citate mi ha deluso e quello che mi ha sorpreso è la grande stabilità a livello software che il telefono ha e infatti NON mi ha mai dato errore né ha chiuso improvvisamente le varie applicazioni che ho utilizzato.
Non solo, la fedeltà di registrazione della traccia è davvero elevata (anche troppo, se vogliamo) e questo è solo un piccolo esempio di un tratto abbastanza breve che ho condiviso dove si può apprezzare la precisione di registrazione della traccia: LINK.

Tenete presente che se volete apprezzare questo esempio dovete scaricare il GPX “nativo” tramite l’opzione “download”.
Nella strada di Leonina si vede un avanti e indietro … NON è un errore … sono tornato indietro per poi salire nella famosa piazzola dell’alberino per scattare qualche foto alla moto come questa:

L’altro aspetto che voglio mettere in evidenza è la ricezione GPS/GLO: OTTIMA !
Considerando che stiamo parlando di un 1 Hz (una lettura al secondo) la ricezione GPS/GLO è comunque buona e mai mi sono trovato con la posizione “impazzita”.
Vi dirò di più: chi mi segue sa che avevo messo una Garmin GLO 10 hz (antenna GPS BT) sotto la sella passeggero per usarla con il precedente Geotel G1 poiché nativamente aveva una ricezione satellitare scarsa. Ebbene quell’antenna Garmin non l’ho più riutilizzata al punto tale che sto valutando se rivenderla perché mi è diventata perfettamente inutile !

La visibilità del dispositivo è sufficiente: non è eccelsa, non è scadente.
Mentre si viaggia si riesce a capire perfettamente dove si deve svoltare e solo quando è pieno di polvere (m’è capitato !) s’inizia a vedere un pò male ma penso che sia assolutamente normale.
Quando è pulito va in crisi solo quando si ha il sole in faccia ma vi posso assicurare, avendoli visti in azione, che anche dispositivi ben più costosi soffrono del medesimo problema !.

Anche il collegamento BT con l’interfono (Midland BTX2 Pro nel mio caso) nelle occasioni in cui l’ho testato non ha dato problemi ma in questo caso probabilmente il merito è più dell’interfono che del telefono.

La batteria, infine, è la nota se vogliamo dolente: essendo una “piccola” 4400 mah consente al BV5500 di stare accesso con la luminosità al massimo per un periodo che può variare in funzione della temperatura esterna da un minimo di 6 ore ad un massimo di 8 ore e quindi per le uscite da giornata intera si dovrà collegarlo per forza alla presa 12v. Prima con il Geotel G1 e la sua 8000 mah NON avevo problemi a fare tutta la giornata, per esempio.

Personalmente l’ho utilizzato senza SIM e non mi ha dato il benché minimo problema ma non c’è dubbio che i meno esigenti potrebbero anche utilizzare il BV5500 anche come telefono principale con la SIM (giusto per non portarsene 2 in giro) anche se va detto che il reparto fotocamera lascia un pò a desiderare.

Di serie il telefono dispone di circa 10 GB effettivi di spazio che mi sono avanzati per:

  • Oruxmaps con la mappa Italia di openandromaps;
  • Sygic con la mappa dell’Italia completa;
  • Google Maps con il download locale della mappa dettagliata della Toscana;
  • varie applicazioni Android.

Naturalmente se si usa senza SIM è sempre possibile condividere una connessione HOTSPOT con il telefono principale, ma questo già lo sapevate.

Riassumendo gli aspetti principali con dei voti direi che:

  • rapporto qualità/prezzo: 9;
  • caratteristiche tecniche: 7.5;
  • funzionamento software: 8.5;
  • ricezione GPS: 8.5;
  • durata batteria: 6;
  • visibilità: 6.5;

Voto complessivo: 7.5 !

Se uno non vuole spendere 600 € per un Garmin 276CX con cui si fanno le stesse cose e che ha un display più piccolo (!) allora io vi consiglio vivamente questo BV5500.
Eviterei di prenderlo dai vari Alibaba/Aliexpress dove costa qualcosa in meno per il semplice motivo che Amazon vi da una garanzia ben diversa sia come durata che come rapidità !.

Infine se cercate una pellicola di protezione da spendere poco e che pare di buona fattura io ho messo questa ed è perfetta: LINK.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: