Recensione Continental TKC70 in “H”

Dopo aver portato alla frutta le notevoli Pirelli MT90 ho deciso di provare queste benedette TKC70.
Benedette perché il codice in H (quello per la nostra moto) è arrivato solo quest’anno e quando volevo montarle (mesi fa) ancora non si trovavano ma finalmente il mio caro gommista di fiducia me le ha trovate e quindi le ho montate, spendendo 250 € incluso montaggio.

Appena montate sono state un pò un incubo perché la moto tende a cadere da sola in curva e servono dei chilometri per abituarsi ma poi, superato questo “ostacolo”, s’inizia letteralmente a “godere”.
Al momento il loro comportamento su asfalto è in assoluto il migliore delle gomme che ho provato fino ad oggi (Dunlop D610 di serie, Anlas Capra R e Pirelli MT90) e in aggiunta sono molto silenziose.
Difficile insomma trovargli un difetto laddove in terra c’è asfalto.
Quando invece si entra nella strada bianca specialmente in trazione e frenata si sente che dietro c’è il filo continuo e un pò di nostalgia delle MT90 l’ho avuta ma comunque devo dire che tutto sommato se la cavano perché davanti ci sono comunque i tasselli e quindi è sempre garantito un appoggio “sicuro”.
Ho anche partecipato ad un evento con tratti di OFF impegnativo e a parte il fango non ho avuto grossi problemi.
A titolo informativo il battistrada da nuove delle Continental TKC70 è:
– anteriore: 5.0 mm;
– posteriore: 9.5 mm.

Vedremo con il tempo !

Qualche scatto appena montate:

E il video prime impressioni:

Aggiornamento del 22/07/2019

Ho concluso il giro nelle Alpi con il mio amico Riccardo durante il quale ho veramente messo alla frusta le Continental TKC70 portando la posteriore al momento di essere sostituita.
In totale sono riuscito a percorrere con questo treno di gomme 7.737 km che è il mio nuovo personalissimo record di “durata” con un treno di gomme.
Qualcuno si metterà a ridere perché magari ce ne ha fatti 14.000 di km ma io, come ben sapete, non sono uno che guida per il sottile :).

Confermo tutto quanto scritto e detto in precedenza, sono delle gomme eccellenti in ogni situazione e l’unico difetto che hanno è che tendono a scalettare quasi fin da subito ma personalmente il fenomeno non ha disturbato minimamente alla guida.

Come pressioni di utilizzo ho fatto delle prove (specialmente davanti, portandola a 2.2 bar) ma alla resa dei conti sono sempre tornato ai 2.0 bar davanti e 2.6 bar dietro (a freddo) che poi diventavano 2.2 e 2.9 in movimento e mi sono trovato benissimo in ogni situazione.

Dopo 7.737 km percorsi dietro rimangono 2.0 mm di battistrada (quindi 0.5 mm di utile) e davanti quasi 5.0 mm (3.5 mm di utile) ma poiché sono fortemente scalettate quando sarà il momento rimonterò un treno completo nuovo senza riutilizzare l’anteriore.

Ecco la recensione con tutti i voti !

Asfalto: voto 9
Tutto sommato silenziose considerando il seppur minimo tassello sono sempre sincere e comunicative.
Scendono in piega da sole e garantiscono sempre un ottimo appoggio.
Non ho mai perso l’anteriore, neanche leggermente, seppur forzando.
Mi hanno stupito in positivo.

Asfalto bagnato: voto 8
Nel bagnato le ho guidate per pochi chilometri ma anche in questo caso non ho avuto alcun problema premesso che quando è bagnato il bischero io non lo faccio ma in un paio di occasioni era talmente tanta la confidenza che mi sono dovuto calmare visto il ritmo che stavo tenendo seppur ben bagnato a terra.

Strada bianca: voto 7
Perfette per lo sterrato peccano solo di grip dietro poiché “liscie” e quindi il controllo di trazione, se si vogliono far durare, va tenuto sempre attivo.
Ma davanti in compenso hanno un buon appoggio e permettono anche di tenere ritmi discreti.

Strada bianca bagnata: voto 6.5
Laddove il fango non è presente si difendono egregiamente e valgono le stesse considerazioni del punto precedente.
Il tassello davanti, seppur minimo, aiuta e non poco.

Fango leggero: voto 6-
Se vedere del fango, leggero o pesante che sia, io tornerei indietro.
Qualche pezzettino ce l’ho fatto ma chiaramente non sono gomme adatte allo scopo e l’unico loro vantaggio è dato dal fatto che davanti sono piuttosto tassellate (per essere delle stradali) e quindi se il fango non è esagerato bene o male non si perde direzionalità ma il problema è dietro poiché di trazione ce n’è poca.

Fango pesante: voto 4.5
Mai provato, voto dato per istinto.

Durata: voto 8
Un 8 è tutto meritato considerando l’uso che ne ho fatto.
La doppia mescola dietro in effetti aiuta la durata e ho potuto verificarlo.
7.737 km fatti sempre in allegria, tanto di cappello !

Resistenza allo stress: voto 7.5
Anche qui il 7 è meritato perché non hanno mai mostrato segni di cedimento anche dopo lunghe percorrenze allegre e anche su strada bianca al netto di qualche segno (che è normale) non si sono sbriciolate come invece han fatto altre gomme (es. la D610 di serie o le Capra R).

Voto complessivo: 8
Voto onesto e meritato che tiene conto di tutti gli aspetti sopra menzionati.

Riepilogo dei voti:
Asfalto: 9
Asfalto bagnato: 8
Strada bianca: 7
Strada bianca bagnata: 6.5
Fango leggero: 6-
Fango pesante: 4
Durata: 8
Resistenza allo stress: 7.5
Voto complessivo: 8+

Infine le foto di come sono messe le gomme dopo 7.737 km.

l’anteriore vista di 3/4
la posteriore vista di 3/4
la posteriore vista da dietro
la posteriore vista dall’alto
l’anteriore vista da sopra
l’anteriore vista da sotto (si noti la “scalettatura”)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: