Sostituzione catena, corona e pignone Africa Twin CRF1000L

Come sentirete nel video qualche giorno fa ho ritrovato un’oring rotta nella catena.

Un’oring rotta da sola NON può giustificare la sostituzione della catena, infatti in tanti convincono con diverse oring rotte: basta saperlo e tenere la catena sempre monitorata e soprattutto ben ingrassata.
Ma non è il mio caso poiché già da tempo avevo alcune maglie che faticavano a tornare in posizione e solo appena ingrassata sembrava una catena normale ma di fatto viaggiando a velocità costante avvertivo che qualcosa non andava e quindi già da tempo avevo deciso di prendere i 24.000 km come riferimento per il cambio della trasmissione.
Adesso sono a 22.000 km e quindi ho anticipato un attimo i tempi, poco male.

Ho acquistato un kit da Carpimoto e ce n’erano due: uno con una DID XRing e corona e pignone a 120 € circa e poi il kit che ho preso io, identico eccetto per la catena che è la versione più robusta della serie 525 e costa, tale kit, 150 €.

Per il kit catena quello che ho io lo presi anni fa da Carpimoto ma al momento (e da diverso tempo) non lo riassortisce purtroppo.
Su ebay ho trovato questo che gli somiglia molto anzi direi che pare lo stesso con una scatola un pò diversa ma gli accessori all’interno sono esattamente gli stessi: https://www.ebay.it/itm/Kit-catena-moto-attrezzi-set-attrezzatura-riparazione-Strumento-Bulloni-Rivetto/302105483094.

Quelle che vi elenco sono le varie fasi del lavoro. Io ho sempre seguito questo schema e mi sono sempre trovato bene e ve lo consiglio vivamente.

1. Smontare il Karter pignone
Per smontare il karter suggerisco di rimuovere prima la pedalina del cambio usando una normalissima brugola e in questo modo l’asta del cambio non sarà in mezzo a rompere le scatole.
Successivamente si tolgono le due brugole del karter (una sopra e una sotto) e si sfila delicatamente facendo attenzione a sganciare la clip del cavo sotto e a svincolare il cavo elettrico posto frontalmente. Tutto facile, tranquilli.
Il karter una volta svincolato andrà pulito con cura: togliete il ferro di cavallo interno e fate una pulizia accurata aiutandovi con petrolio lampante o WD40.

2. Allentare il bullone del pignone
Per allentare il pignone la ruota posteriore dev’essere ferma e non potete usare il motore come freno (quindi niente marce !): o usate il freno o mettete la moto nel laterale e vi fate aiutare da un amico che vi tiene la moto ferma.
Una volta allentato il bullone lasciatelo li, non toglietelo per il momento.

3. Aprire e togliere la catena
Utilizzando strumenti specifici bisogna aprire la catena che va sostituita.
Una volta aperta semplicemente la si tira facendola scorrere e si toglie.
La catena cosi come pignone e corona va smaltita nel modo corretto. Se non sapete come fare portatela ad un meccanico, ci penserà lui. Non buttate il tutto nella pattumiera !.

4. Sostituire il pignone
A questo punto togliere il bullone e il pignone.
Spendete il tempo necessario per pulire la zona rimuovendo gli accumuli di grasso terra e sporcizia.
Pulire bene anche la slitta nera del forcellone su cui scorre la catena, sarà piena di grasso vecchio anche lei.
A questo punto potete montare il nuovo pignone e il bullone semplicemente lo accostate, dato che non c’è modo di tirarlo per il momento.

5. Togliere la ruota posteriore

6. Sostituire la corona
Utilizzando una chiave di 19 togliete i 5 dadi che tengono la corona in sede e quindi montate la nuova serrando i dadi a 100 NM di coppia con una chiave dinamometrica.
Poiché lo spessore nella zona dei dadi della corona che ho montato io era maggiore i dati prendevano un giro in meno e quindi ho deciso di usare del frenafiletti medio per sicurezza.

7. Rimontare la ruota posteriore
Ma non serratela perché successivamente dovrete registrare la catena.

8. Inserire la nuova catena
La inserirete facendola scorrere tra corona e pignone e facendo in modo che si ricongiunga verso metà corona dove lavorerete per effettuare la giunzione.

9. Chiudere la catena
Vi rimando al video, dove spiego bene l’operazione che va effettuata.

10. Serrare il pignone e rimontare il karter
Usando una dinamometrica a 54 NM dovrete serrare il pignone sempre tenendo ferma in qualche modo la ruota posteriore.
Di seguito rimonterete il karter del pignone facendo attenzione alla clip, al cavo frontale e al ferro di cavallo.
Successivamente andrà rimontata anche la pedalina del cambio e nell’occasione ingrasserete il perno interno che male non gli fa.

11. Registrare la catena e serrare la ruota posteriore
A questo punto si deve registrare la catena come da libretto e solo quando avrete finito potrete serrare il perno della ruota posteriore a 100 NM come previsto.

Il lavoro di per sé non è difficile e richiede al massimo 2 ore proprio facendo con la massima calma.
Il kit per aprire e chiudere la catena, cosi come la chiave dinamometrica e le giuste bussole sono tutti arnesi indispensabili senza i quali è inutile cimentarsi in un lavoro del genere.
A tal proposito vi metto le foto del mio kit e del lavoro finito.

Il video invece è questo:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: